4 Ore di Silverstone: Cetilar Racing è pronto al debutto nel mondiale FIA WEC

4 Ore di Silverstone Cetilar Racing

I tre piloti del team Cetilar Racing torneranno sulla pista di Silverstone al volante della Dallara-Gibson LMP2 #47, ma questa volta la sfida si fa mondiale.

 

C’è grande attesa in casa Cetilar Racing per il semaforo verde della stagione 2019-2020 del FIA WEC, che si accenderà questo weekend, segnando il debutto ufficiale del team nel Mondiale Endurance.
Dopo tre 24 Ore di Le Mans portate consecutivamente a termine ed altrettante partecipazioni nell’European Le Mans Series, la squadra “made in Italy” è pronta ad entrare nell’olimpo delle competizioni di durata. Una sfida che vedrà i piloti Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto e Andrea Belicchi alternarsi al volante della nuova Dallara-Gibson LMP2 #47, gestita sotto l’aspetto tecnico da AF Corse, una realtà di primo piano nell’ambito del motorsport internazionale.

Ad un mese dal “Prologue” di Barcellona, che ha rivelato una crescita costante nell’arco dei due giorni di test, Cetilar Racing si prepara ad affrontare il primo degli otto round del calendario intercontinentale. La 4 Ore di Silverstone prenderà il via domenica 1 settembre a mezzogiorno (13:00 CEST). Domani si svolgeranno i primi due turni di prove libere, mentre una terza sessione è in programma sabato mattina. Sempre sabato si svolgeranno invece i due turni di qualifica.

Alla vigilia della partenza Roberto Lacorte racconta: “La 24 Ore di Le Mans rappresentava un sogno, ma anche un obiettivo. Diversamente, riuscire a debuttare nel Mondiale Endurance, con un team così importante, è qualcosa che va oltre ogni immaginazione. Il nostro è un impegno che portiamo avanti con il cuore, in un campionato che rappresenta l’eccellenza, con un team italiano che anche se parte con qualche svantaggio di carattere tecnico, affronta questa sfida con estrema passione. E questo ciò che io, Giorgio e Andrea, Amato Ferrari e Dallara condividiamo tutti insieme”.

La 4 Ore di Silverstone è sicuramente una tappa da non sottovalutare, non solo perché segna il debutto in quello che, probabilmente, è il campionato di motorsport più impegnativo al mondo, ma anche perché “Nel panorama del WEC è il circuito con più curve veloci in assoluto, dove raggiungeremo tanti g. A livello fisico e muscolare sarà la gara più dura dell’anno”, spiega Andrea Belicchi. “Bisognerà probabilmente gestire un po’ l’aerodinamica e il sottosterzo. L’asfalto nuovo potrebbe però aiutarci in termini di grip”.

Giorgio Sernagiotto apprezza particolarmente la pista inglese: “per via del mix tra tratti molto veloci e lenti che richiede un tipo di guida eclettico, anche se la nostra Dallara sembra non sposarsi perfettamente a queste caratteristiche”.

La 4 Ore di Silverstone precederà le due trasferte asiatiche del Fuji (Giappone) e di Shanghai (Cina), nonché l’appuntamento del Bahrain, nel mese di dicembre. Il prossimo anno, invece, Cetilar Racing affronterà le trasferte di San Paolo (Brasile), Sebring (Stati Uniti), per poi tornare in Europa e vivere l’emozionante epilogo di Spa-Francorchamps (Belgio) e dell’88ª edizione della 24 Ore di Le Mans che si svolgerà nel fine settimana del 13 e 14 giugno.